Recensioni

Home » Recensioni

AGOSTINO GARDA ………… c o m e l ‘ a r i a

Già la filosofia presocratica, interrogandosi sugli elementi costitutivi dell’essere e del mondo, quindi della vita, con acqua, terra e fuoco aveva collocato l’aria tra i quid essenziali. Noi, dopo secoli e secoli, ne siamo fruitori, talvolta dissipatori e raramente, se non in occasione di eventi calamitosi, prendiamo coscienza del loro giusto valore. Quando dobbiamo parlarne [...]

AGOSTINO GARDA ………… c o m e l ‘ a r i a2019-09-25T14:00:10+00:00

MATTEO MANCABELLI “Alla corte dell’ultima regina”

(febbraio 2019) E’ una luna alta nel cielo quella che stanotte illumina la terra e tutta la bellezza in essa custodita. Così è il volto di quella donna che, ammaliata da tanto splendore, ci si specchia e riluce di nuova giovinezza. Sono questi i primi pensieri che sgorgano dalla mia mente quando osservo le opere [...]

MATTEO MANCABELLI “Alla corte dell’ultima regina”2019-05-26T04:52:49+00:00

ELENA ALBERTI NULLI 

Oggetto: Un pensiero per te Caro Enzo, grazie infinite per il dono del libro. Stupendo. Ne sto godendo l’armonia inquieta, velata di malinconia nel linguaggio di segni e colori di speciale intensità mistica. Mi piace la costante ricerca di un equilibrio compositivo nel disegno sottile e dinamico. Le forme appaiono leggere, senza peso in una [...]

ELENA ALBERTI NULLI 2019-07-10T08:14:20+00:00

GIUSEPPE RASPANTI

(febbraio 2019) Enzo Archetti non dipinge, viaggia; non colora, immagina; non descrive, pensa. Porge i pensieri nella loro forma visibile, quasi plastica e convoca gli elementi della scena del mondo invitandoli ad essere se stessi. Senza infingimenti e senza sciocche vergogne. Archetti non spiega, narra. E lo fa seguendo il filo, un filo che viene [...]

GIUSEPPE RASPANTI2019-05-26T04:43:42+00:00

GABRIELE GABBIA

 (maggio 2010) Scrivere della pittura di Enzo Archetti è come obbedire al dettato di un carme ispirato e copioso: è questa la cifra che propugna la sua arte; è questo che egli ha attuato camminando per via: inverare l'Assoluto nello spazio limitato della tela; sciorinare con grazia ed inusitata eleganza la presenza regale e misteriosa [...]

GABRIELE GABBIA2016-03-06T13:49:43+00:00

MARTA MAI “Enzo Archetti”

(3 gennaio 2010) Ci allontaniamo dal grande e luminoso studio-bottega di ENZO ARCHETTI in uno stato di compresa euforia: abbiamo assistito ad uno spettacolo del tutto gratificante, che ci ha allietato la vista e suscitato emozioni positive. Lo rivediamo con gli occhi della mente. Le tantissime opere, spesso di grandi dimensioni, sovrapposte alle lunghe pareti, [...]

MARTA MAI “Enzo Archetti”2015-04-07T10:01:11+00:00

FAUSTO LORENZI “Frammenti d’infinito”

(Giornale di Brescia 22-2-2007) …“E’ un libro d’artista illustrato con 44 lavori pittorici su tela, in cui la parola scritta diventa ritmo dell’immagine e l’immagine torna a sciogliersi nel flusso della scrittura. Il viaggio, in un artista che già ci aveva dato “pagine di diario” in pittura, è appunto tra frammenti d’esistenza, piccole occasioni quotidiane, [...]

FAUSTO LORENZI “Frammenti d’infinito”2015-04-07T10:00:21+00:00

MAURO CORRADINI “In bilico tra figurazione e astrazione”

(Bresciaoggi 13-12-2005) E' in bilico tra figurazione ed astrazione Enzo Archetti, così come, nella formazione, è rimasto a lungo in bilico tra letteratura e ricerca artistica. Attivo da oltre trent'anni, Archetti è venuto definendo il suo stile attuale attraverso una semplificazione delle forme, una pittura che sa di muri e di calce, una pittura che [...]

MAURO CORRADINI “In bilico tra figurazione e astrazione”2019-07-10T08:14:20+00:00

GIANNI QUARESMINI “Oltre l’orizzonte: il silenzio sospeso”

(settembre 1997) Le opere di Enzo Archetti sono avvolte in un’atmosfera misteriosa, in un silenzio irreale. Non si tratta di taciturnità e neppure di quiete o di pace. E’ l’inquietudine dell’”oltre”, dell’”al di là”, dello sguardo di traverso che cerca un orizzonte che nel quadro non c’è, e quindi si può solo intuire; un orizzonte [...]

GIANNI QUARESMINI “Oltre l’orizzonte: il silenzio sospeso”2015-04-07T09:56:46+00:00

FAUSTO LORENZI – SEGNI, NON SOGNI DEL TEMPO

(gennaio 1995) Una grazia un po' ruvida, un pudore scontroso ed essenziale trattiene Enzo Archetti dall'amplificare l'energia delle sue dissonanze pittoriche. Figure araldiche, dame eleganti, fiori e poveri elementi di "natura in posa" appaiono come suggestioni oniriche, spesso lievi, eteree ed evanescenti, entro una cornice di materia densa, vangata o "tirata su" a muro, come [...]

FAUSTO LORENZI – SEGNI, NON SOGNI DEL TEMPO2019-07-10T08:14:20+00:00