Gli scritti di Enzo Archetti

PIOGGIA D’INFINITO – gennaio 2015

Dovendo raccontare delle sensazioni, ho fissato un appuntamento con pochi colori: mi serviva il giallo, l’arancio, il bianco, il blu. Forse l’infinito non esige molti colori: sembra puro limpido semplice grande immenso silenzioso misterioso, sempre comunque enigmatico. Invece dei quattro colori con cui volevo stabilire un dialogo, eccoti subito dopo attorniato da centomila altri colori, lì fermi immobili che ti guardano, quasi a supplicarti di intingere il pennello anche su di loro. E dire che avevo iniziato questo viaggio volendo […]

IL VOLO – gennaio 2012

Questo racconto forse non avrebbe mai voluto essere scritto (se ne stava così bene là dov’era!) se la gente, passeggiando in quel primo mattino sul lungolago, non si fosse fermata ad ammirare un cigno bellissimo sull’acqua azzurra suggerendo al tempo stesso lo spunto per questa trama. Quel cigno era Candido. Il nome gli era stato dato all’unanimità dal clan dei cigni perché era bianchissimo. Corteggiato, vivace, intraprendente, furbo, intelligente. Tutti i cigni avevano le ali grandi, molto grandi ma non […]

ALBA TRAMONTO e poi ancora ALBA – dicembre 2011

Il vento continuava a portare con sé le foglie, i fiori e con i fiori le sterpaglie, i suoni, i ricordi, i colori, le ombre, gli umori della gente. Tutto era in movimento, vibrava, ogni cosa sembrava volesse entrare in scena per essere dipinta attorno alla gente. E’ la grande scenografia del mondo. Tutti poi sostenevano di avere una parte importante, molto importante da interpretare: c’erano gli alberi che volevano arricchire i percorsi, il mare che avanzava sempre più azzurro, […]

A SPASSO CON LA RUGGINE – marzo 2009

Anche la Ruggine non era ben voluta. Tutti volevano nasconderla, coprirla, mimetizzarla, ripitturarla. Era una vera emarginata nel mondo amante di cose nuove, luccicanti, colorate;mentre Lei, la Ruggine, se ne stava sempre con il suo solito colore marrone-ruggine negli angoli di un cancello, sopra le punte di un’inferiata, nei paraurti dell’automobile, in una sedia da giardino… Lei lavorava sempre. Si intrufolava in ogni angolo dove intravedeva qualcosa che sapeva di ferro e lì iniziava la sua azione corrosiva. Non ha […]

TRIONFO DEL BIANCO – maggio 2008

Quella sera un bel gruppo di colori si radunò: erano troppe le cose da discutere. Non c’era la maggioranza legale, perché si sa i colori si moltiplicano all’infinito, però erano presenti i colori più tenaci, i più decisi, quelli di maggior personalità, e c’erano tutti anche i più furbi. Il Rosso di cadmio si è dimostrato subito il più irrequieto, il Giallo il più impulsivo, il Blu oltremare il più pacato e solenne, il Turchese spiava, l’Ocra balbettava, il Verde […]

FRAMMENTI D’INFINITO – Settembre 2006

“Erano anni che quel vecchio carillon era stato confinato nell’angolo destro del cassetto. Un giorno, e sembrava proprio un giorno qualunque, ritornò sul suo cassettone come su un trono e Lei gli fece scandire le sue uniche 5 note, che subito fecero spalancare la finestra, sfondare le pareti e si tuffarono là sulla cresta della collina in bilico tra il giorno e la notte, tra il giorno luminoso e la notte nera attorniata dai colori dell’amore. Tutto era sospeso, la […]

SINFONIE – maggio 2002

…ed era ancora là quel filo sottile, esile, senza inizio e senza fine che ti faceva alzare gli occhi. Quel filo era una nota, era la nota musicale, la migliore, la più silenziosa, la regina incontrastata che non accettava compromessi: emanava emozioni limpide che ti accarezzavano l’anima. Così nota dopo nota, si formava la SINFONIA. Sinfonia è un salto nel rosso di cadmio, nel blu oltremare, nel bianco e nel nero. Sinfonie sono colori che si rincorrono, che si accavallano, […]